SEMPRE ECO IMPRESA MERCATO LIBERO



SEMPRE ECO IMPRESA è l’offerta che ti permette di accedere ad un prezzo della materia gas in linea con l’andamento del prezzo di mercato italiano all’ingrosso (PSV).

PERIODO DI VALIDITÀ DELL’OFFERTA: valida dal 01/05/2022 al 31/12/2022

A CHI E’ RISERVATA L’OFFERTA?

L’offerta è riservata esclusivamente alle attività commerciali o professionali con consumi inferiori ai 200.000 metri cubi annui, che acquistano gas naturale per il proprio consumo, escluse le utenze domestiche e condominiali.

CARATTERISTICHE TECNICHE ECONOMICHE DELL’OFFERTA

Tutti i prezzi e valori di seguito riportati sono al netto dell'IVA, delle imposte, delle tasse, di eventuali contributi, nonché di qualsiasi altro tributo, tassa o onere che dovessero essere introdotti anche successivamente dalle Autorità competenti e che saranno applicati secondo la normativa di riferimento.

Per una migliore comprensione della presente offerta, ti informiamo che nel nostro sito web https://www.audaxrenewables.it/la_bolletta.php troverai la guida alla lettura delle nostre CTE (offerte).

Tra le nostre offerte commerciali trovi quelle per la fornitura di gas e/o di energia elettrica a Prezzo Libero A Condizione Equiparate di Tutela (P.L.A.C.E.T.). Le offerte PLACET, a prezzo fisso o a prezzo variabile della componente energia o della componente gas, sono offerte di mercato libero che prevedono condizioni contrattuali standard per tutti gli operatori e una struttura di prezzo definita dall’Autorità (ARERA) con la Delibera 555/2017 e s.m.i.

  • SPESA PER LA MATERIA GAS NATURALE

    La spesa per la materia gas naturale comprende i seguenti importi:

    • PREZZO DELLA COMPONENTE MATERIA GAS NATURALE

    pari al PSV o prezzo all’ingrosso, inteso come la media aritmetica calcolata mensilmente del prezzo di riferimento di tutte le transazioni eseguite durante la sessione giornaliera sulla sede di negoziazione Mercato Infragiornaliero del Gas (MI_GAS)*, considerando un gas fornito alle condizioni standard con PCS pari a 0,03852 GJ/Smc**, più uno spread pari a 0,0150 €/Smc. Il prezzo materia prima gas effettivamente applicato viene adeguato in funzione del valore del medesimo parametro PCS per l'impianto di distribuzione nel quale ricade la fornitura. Nel caso in cui i volumi siano rilevati da gruppi di misura non dotati di apparecchiatura per la correzione delle misure alle condizioni standard, saranno adeguati in base al valore del coefficiente C secondo le disposizioni del TIVG.

    • CC o COSTI DI COMMERCIALIZZAZIONE: a copertura dei costi di gestione della vendita al dettaglio dell’operatore, di cui il corrispettivo unitario variabile è pari a 0,0524€/Smc, il corrispettivo unitario fisso è pari a 0,7332€/PDR/giorno (267,60€/PDR/anno).

    La spesa della somma di tutti gli oneri e corrispettivi per la materia gas naturale incidono per circa il 65% della spesa complessiva di un cliente non domestico tipo con un consumo annuo pari a 5.000 Smc, IVA e imposte escluse.

    * MI-GAS (Mercato Infragiornaliero del Gas) è la sede di negoziazione delle Offerte di acquisto e vendita di gas relative al giorno-gas corrispondente a quello in cui si apre la sessione. Il MI-GAS si svolge in un’unica sessione secondo le modalità della Negoziazione continua, come definito dal Gestore dei Mercati Energetici (GME). Il valore del prezzo medio di riferimento del MI-GAS è pubblicato dal GME sul sito www.mercatoelettrico.org.
    ** Il PCS eff. indica la quantità di energia termica effettiva che si ottiene bruciando uno Smc di gas metano. Il coefficiente “C” serve a convertire i metri cubi di gas misurati dal contatore in Smc, unità di misura di fatturazione del metano in bolletta. I loro valori effettivi dipendono dall’ubicazione geografica del punto di prelievo (PDR) e sono calcolati in funzione di alcuni parametri come, ad esempio, altitudine e zona climatica. L’adeguamento del coefficiente “C” verrà effettuato applicando ai volumi fatturati il coefficiente effettivo corrispondente al punto di riconsegna del Cliente.

  • SPESE PER IL TRASPORTO E LA GESTIONE DEL CONTATORE

    La Spesa per il trasporto del gas naturale, gestione del contatore comprende gli importi fatturati per le diverse attività che consentono ai venditori di consegnare ai clienti finali il gas naturale da loro consumato. Corrisponde agli importi relativi ai servizi di trasmissione/trasporto, distribuzione e misura (ovvero lettura del contatore e messa a disposizione dei dati di consumo). Comprende anche gli importi fatturati corrispondenti alle componenti relative all'incentivazione e al recupero della qualità del servizio e ai meccanismi perequativi dei suddetti servizi. I suddetti valori sono calcolati secondo i criteri stabiliti nella Deliberazione 114/2019/R/GAS e sono stati approvati dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente con deliberazione 230/2021/R/gas in data 03 giugno 2021 o da diverso soggetto competente per l’ambito tariffario nel quale ricade ciascun punto di fornitura. Ai fini delle attività di fatturazione alcuni corrispettivi e componenti saranno applicati ai volumi con riferimento al Potere Calorifico Superiore (PCS) relativo all’impianto di distribuzione nel quale ricade la fornitura, secondo le disposizioni del TIVG. Nel caso in cui i volumi siano rilevati da gruppi di misura non dotati di apparecchiatura per la correzione delle misure alle condizioni standard, saranno adeguati in base al valore del coefficiente C, secondo le disposizioni del TIVG.

  • SPESE PER ONERI DI SISTEMA

    Comprendono gli importi fatturati relativamente a corrispettivi destinati alla copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema gas, in conformità alla Delibera 30 dicembre 2021 635/2021/R/com e ss.mm.ii., i cui valori sono pubblicati e periodicamente aggiornati dall'ARERA (consultabile sul sito www.arera.it). Tali oneri saranno aggiornati con le modalità e tempistiche definite dall’ARERA. In riferimento alle spese per il trasporto, gestione del contatore ed oneri di sistema, saranno inoltre fatturati al Cliente ulteriori oneri, corrispettivi, componenti tariffarie e/o maggiorazioni eventualmente introdotti dalle competenti autorità con riferimento alla fornitura di gas a punti di prelievo domestici, anche (ma non esclusivamente) in sostituzione di altri precedentemente previsti dalla normativa di settore.

  • ALTRE PARTITE


    •CORRISPETTIVI PER LE RICHIESTE INOLTRATE AL DISTRIBUTORE/SII (sistema Informativo Integrato dell’Acquirente Unico): per ogni richiesta inoltrata dal Fornitore al Distributore competente (i.e. richieste del cliente per voltura/subentro, disattivazione, aumento/diminuzione di potenza, ecc.), oltre ai costi determinati dal Distributore stesso (pubblicati sul proprio sito web) che verranno addebitati dal Fornitore al Cliente sulla prima fatture utile, il Cliente sarà tenuto al pagamento di un corrispettivo forfettario (IVA, imposte e tasse escluse), così come indicato nella clausola 15 delle Condizioni generali del contratto.

  • PERIODO DI APPLICABILITA’ DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE E TECNICHE. RINNOVO

    Le condizioni di cui alla presente offerta rimarranno invariate per 12 mesi dall'attivazione della fornitura. Allo scadere di tale periodo, le condizioni economiche saranno tacitamente rinnovate, senza che siano inviati al Cliente ulteriori comunicazioni di rinnovo o di modificazione delle condizioni del contratto, rimanendo le presenti condizioni invariabili, ad eccezione del prezzo dello spread che sarà pari a 0,0550€/Smc, fermo restando la facoltà di recesso del cliente ai sensi del disposto della clausola 3 delle condizioni generali di fornitura.

  • SCHEDA DI STIMA DELLA SPESA ANNUA

    Al fine di verificare di aggevolare la valutazione della nostra offerta, di seguito Vi riportiamo un calcolo, in stima, dell’eventuale costo annuo della fornitura, a seconda della potenza istallata, alle condizioni dell’offert SEMPRE ECO IMPRESA:

DETTAGLI E INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

  • IN QUALI CASI E’ POSSIBILE ATTIVARE L’OFFERTA?

    Puoi aderire all’offerta SEMPRE ECO IMPRESA in caso di cambio di fornitore di energia.

  • ELEMENTI E LE CARATTERISTICHE DEL CONTRATTO?

    L’offerta rientra tra le offerte del mercato libero e consente ai consumatori di cambiare fornitore gratuitamente, scegliendo la tariffa che meglio si adatta alle loro esigenze.

    I prezzi dell’offerta e la relativa struttura economica sono indicati, oltre che nella presente pagina web, nelle CTE, che sono consegnate al Cliente prima della sottoscrizione del Contratto. Per maggiori informazioni sui corrispettivi applicati è possibile consultare la nostra guida alla lettura delle CTE nel nostro sito web https://www.audaxrenewables.it/la_bolletta.php o chiamare al nostro numero verde 800 595 455 (orario: dalle 08.00 alle 20.00 dal lunedì al venerdì -escluse festività nazionali)- o al telefono 011/9653739 (orario: dalle 08.00 alle 20.00 dal lunedì al venerdì -escluse festività nazionali-, il costo della chiamata varia a seconda dell’operatore telefonico), o inviare un’e-mail a commerciale@audaxrenewables.it.

  • MODALITA’ DI ADESIONE ALL’OFFERTA
    Qualora il Contratto sia concluso fuori dei locali commerciali, il Contratto si intende concluso alla data di sottoscrizione dello stesso da parte del Cliente, il quale ha aderito alla proposta commerciale formulata da Audax secondo quanto contenuto nel Modulo di Adesione, nelle CGF, nelle CTE e qualunque altro documento contrattuale consegnato al Cliente in sede di sottoscrizione. Qualora il Contratto sia concluso mediante tecniche di comunicazione a distanza, il Contratto si intende concluso con la ricezione da parte di Audax del Contratto sottoscritto dal cliente. Al più tardi entro 10 (dieci) giorni lavorativi dalla conclusione del Contratto e comunque, in ogni caso, prima dell’attivazione della fornitura, Audax fornisce al consumatore conferma del Contratto concluso su un mezzo durevole.
  • DIRITTO DI RIPENSAMENTO
    Il Cliente ha diritto di esercitare il proprio diritto di ripensamento ai sensi del Codice del Consumo, anche con riferimento ad una sola fornitura, senza alcun onere né motivazione entro 14 (quattordici) giorni decorrenti dalla data di conclusione del Contratto. A tal fine, il Cliente potrà inviare comunicazione scritta al Fornitore, eventualmente utilizzando il modulo che verrà consegnato al cliente prima della sottoscrizione del Contratto unitamente alla documentazione contrattuale e in ogni caso scaricabile qui , oppure con le modalità di seguito indicate: via posta ordinaria indirizzata a AUDAX RENEWABLES S.R.L., Via Candiolo n. 2/4 - 10048 Vinovo (TO); via fax al n. 011/0122660; via e-mail a info@audaxrenewables.it o via PEC a audaxenergia@pec.audaxenergia.it. Se il Cliente non utilizzi l’apposito modulo, dovrà obbligatoriamente fornire almeno le seguenti informazioni: nome e cognome, indirizzo di fornitura, POD/PDR, indirizzo postale (se diverso dall’indirizzo indicato nel Contratto) o e-mail, e il servizio a cui si riferisce (energia elettrica, gas, o entrambi), allegando la carta d’identità del firmatario del Contratto.
    Qualora non sia presentata richiesta di esecuzione del Contratto prima che sia decorso il termine per il diritto al ripensamento, le attività necessarie a dare esecuzione al Contratto verranno avviate solo una volta trascorso il periodo previsto per il diritto di ripensamento.
    Il Cliente potrà richiedere l’esecuzione del Contratto prima del decorso del termine per esercitare il diritto di ripensamento. Resta inteso che, in tal caso, il Cliente potrà comunque esercitare il ripensamento, ma sarà tenuto a corrispondere gli importi relativi ai consumi effettuati in applicazione delle condizioni economiche relative all’offerta sottoscritta, nonché gli eventuali ulteriori costi sostenuti per voltura, attivazione, riattivazione, disattivazione della fornitura e/o variazione di potenza, se richiesta, previsti dal Distributore per le prestazioni effettuate, oltre ai costi per tali servizi indicati nell’art. 15.5 delle Condizioni generali di fornitura, e gli importi relativi ai consumi eventualmente effettuati, qualora la fornitura sia stata attivata, in applicazione delle condizioni economiche di fornitura previste dall’offerta commerciale sottoscritta/prescelta,, fatto salvo quanto previsto dall’art. 66-quinquies, comma 1, del Codice del Consumo (Contratti non richiesti). La richiesta di esecuzione del Contratto prima che sia decorso il termine per il ripensamento non comporterà l’avvio della fornitura nel periodo previsto per il ripensamento, ma potrà comunque comportare un anticipo della fornitura con il nuovo esercente la vendita rispetto alle normali tempistiche previste. Nel caso di esercizio del diritto di ripensamento, la fornitura potrebbe: (i) nei casi in cui non fosse avviata dall’esercente la vendita nei confronti del quale è stato esercitato il diritto di ripensamento, essere garantita 1) dal precedente esercente, qualora il relativo contratto di vendita non risulti essere stato sciolto, o 2) dai soggetti che erogano il servizio di maggior tutela, nel caso di fornitura elettrica o il servizio di fornitura di ultima istanza nel caso di fornitura gas per il tempo necessario a permettere un nuovo cambio fornitore o la chiusura del punto, in base alla volontà del Cliente; oppure (ii) essere avviata la vendita dall’esercente nei confronti del quale è stato esercitato il diritto di ripensamento, per il tempo necessario a permettere un cambio fornitore o la chiusura del punto, sulla base della volontà manifestata dal Cliente. Nel caso di esercizio del diritto di ripensamento diretto alla cessazione della fornitura con disattivazione del punto di prelievo/riconsegna, il Cliente stesso sarà tenuto a richiedere la disattivazione all’attuale esercente la vendita, che provvederà, anche tramite l’eventuale utente del trasporto e del dispacciamento o l’utente del servizio di distribuzione, rispettivamente ai sensi di quanto previsto dall’articolo 81, comma 81.7, del TIQE e dall’articolo 37, comma 37.6, della RQDG.
  • MODALITA’ E TEMPI DI ATTIVAZIONE DELL’OFFERTA
    La somministrazione di energia elettrica e/o di gas naturale avrà indicativamente luogo alla prima data utile e, comunque, entro il primo giorno del terzo mese successivo alla data di conclusione del Contratto, fermo restando il buon esito delle attività tecniche ed amministrative che precedono l’esecuzione del Contratto descritte in dettaglio nelle CGF (incluse le attività di attivazione dei servizi di trasporto e distribuzione e, per le forniture di energia elettrica, di dispacciamento), e sempre che i dati forniti dal Cliente nella documentazione contrattuale siano corretti. In ogni caso, il Cliente sarà informato circa la data puntuale di attivazione della fornitura attraverso apposita comunicazione, inviata tramite e-mail, PEC, sms o posta ordinaria, o della mancata attivazione della fornitura ai sensi dell’art. 2.5 delle condizioni generali della fornitura, attraverso apposita comunicazione inviata tramite e-mail, PEC, sms o posta ordinaria. Per la fornitura di energia elettrica, il Cliente fornirà ad Audax il mandato per operare per proprio conto nei confronti del Gestore della rete e del Distributore elettrico, impegnandosi ad adempiere ogni eventuale obbligazione contratta dal Fornitore per conto del Cliente avente ad oggetto i servizi di dispacciamento, trasporto dell’energia elettrica e connessione alla rete elettrica funzionale all’erogazione dl servizio di trasporto. Conformemente alla disciplina stabilita dall’ARERA, il Cliente sarà tenuto a pagare gli importi di competenza del Distributore per le singole prestazioni ed i contributi in quota fissa. Il trasporto del gas naturale avverrà a cura della Società di Trasporto del gas naturale e della Società di Distribuzione del gas naturale in esecuzione di opportuni accordi che Audax s’impegna a concludere direttamente o a far concludere da soggetti terzi nel rispetto delle modalità e delle tempistiche previste dalla normativa di volta in volta applicabile.
  • DURATA DEL CONTRATTO E DIRITTO DI RECESSO
    Il Contratto è a tempo indeterminato; invece, le CTE rimarranno invariate per un periodo di 12 (dodici) mesi dall’attivazione della fornitura, salvo diversamente previsto nelle CTE. Decorso tale periodo, le CTE saranno tacitamente rinnovate per ulteriori 12 mesi alle condizioni ivi previste. Il Fornitore potrà proporre al Cliente la modifica delle CTE, dandone comunicazione in forma scritta con un preavviso non inferiore a 3 (tre) mesi rispetto alla decorrenza delle variazioni e conformemente con le CGF e fatta salva la facoltà del Cliente di esercitare il diritto di recesso. Per i consumatori o clienti di piccole dimensioni (ai sensi dell’art. 2.3, lett. a) e c) dell’Allegato alla deliberazione ARERA 19 luglio 2012, 301/2012/R/eel (TIV) (per la luce ), e art. 2.3 lett. a), b) e d) dell’Allegato alla deliberazione ARERA 28 maggio 2009, ARG/gas 64/09 (TIVG), limitatamente ai punti con consumi annui complessivamente inferiori a 200.000 Smc (per il gas), il Cliente potrà sempre esercitare il diritto di recesso senza oneri, scegliendo un altro fornitore che provvederà a gestire il cambio, nel rispetto dei termini di preavviso di seguito indicati: (i) nel caso in cui il diritto di recesso sia manifestato al fine di cambiare fornitore, il Cliente dovrà rilasciare apposita procura al nuovo fornitore affinché quest’ultimo, ovvero l’utente della distribuzione entrante, provveda ad effettuare la richiesta di switching al Sistema Informativo Integrato (SII), entro e non oltre il giorno 10 (dieci) del mese antecedente la data di switching; (ii) nei casi diversi dal cambio fornitore (i.e. cessazione della fornitura), il recesso è esercitato direttamente dal Cliente inviando ad Audax, con preavviso di un mese dalla data di ricezione della comunicazione da parte di Audax, una comunicazione di recesso per iscritto, alternativamente: per posta ordinaria a AUDAX RENEWABLES S.R.L. - Via Candiolo n. 2/4 - 10048 Vinovo (TO), via fax al n. 011/0122660 o via e-mail a reclami@audaxrenewables.it o PEC a reclami@pec.audaxenergia.it.
  • EVENTUALI ONERI PER L’ATTIVAZIONE DEL CONTRATTO

    Il Cliente potrebbe essere chiamato a sostenere eventuali costi in caso di richieste, trasmesse dal Cliente ed inoltrate al Distributore competente, (come ad esempio, richieste di attivazione di un nuovo contatore, voltura/subentro, disattivazione, aumento/diminuzione di potenza, ecc.), nei limiti (i) dei prezzi indicati dal distributore locale competente per la fornitura di energia elettrica (pubblicati sul sito del distributore stesso) e (ii) dell’eventuale presenza di un corrispettivo forfettario, a copertura delle spese di gestione amministrativa della pratica (vedi corrispettivi servizi), di importo pari ad Euro 30,00, al netto di imposte e tasse.

  • DEPOSITI, GARANZIE FINANZIARIE E ONERI

    Salvo diverse disposizioni indicate nelle CTE, alla conclusione del Contratto, il Fornitore avrà la facoltà di richiedere al Cliente di corrispondere, a titolo di garanzia delle obbligazioni assunte, un deposito cauzionale, distinto per tipo di cliente e calcolato in base a quanto indicato nelle Condizioni Generali di Fornitura che verranno sempre consegnate al Cliente prima della sottoscrizione del Contratto e che, in ogni caso, non sarà superiore a 80,00 € per clienti finali domestici. mentre sarà pari ad un minimo di 80,00€ per clienti business (per uso diverso dal domestico)
    Per la fornitura di gas naturale ai clienti business, l’importo del deposito cauzionale verrà calcolato sulla base della seguente formula, Importo deposito cauzionale = Base + Iva applicabile. Dove la Base è uguale a 11 + (Consumo Medio Mensile Stimato*Coef. Gas), il Consumo medio mensile stimato è uguale al Consumo Medio Annuo stimato del cliente/12 e il Coef. Gas è uguale a 0,583.

    Per la fornitura di energia elettrica ai clienti business (per uso diverso dal domestico), l’importo del deposito cauzionale verrà calcolato sulla base della seguente formula, ed in ogni caso, non potrà essere inferiore ad Euro 80,00: Importo deposito cauzionale = Base + Iva applicabile. Dove la Base è uguale al [(Consumo Medio Mensile Stimato * Coef. Energia) + (Potenza impegnata*Coef. Potenza) + (Coef. Classe Utenza)]; il Consumo medio mensile stimato è uguale al Consumo Medio Annuo stimato del cliente/12 e il Coef. Energia, Coef. Potenza e Coef. Classe Utenza assumono i diversi valori a seconda della classe di utenza, come indicato nella tabella di seguito riportata: Inoltre, per ogni richiesta inviata dal Fornitore al Distributore competente (i.e. richieste di voltura/subentro, disattivazione, aumento/diminuzione di potenza, ecc.), oltre ai costi determinati dal Distributore stesso (pubblicati sul proprio sito web) che verranno addebitati dal Fornitore al Cliente sulla prima fatture utile, il Cliente sarà tenuto al pagamento di un corrispettivo forfettario (IVA, imposte e tasse escluse) determinato da Audax a copertura delle spese di gestione amministrativa della pratica, così come indicato nella tabella di cui all’art. 15 delle CGF di seguito riportata.

  • COME POSSONO ESSERE PAGATE LA FATTURE?
    Il Cliente potrà pagare le fatture entro un termine non inferiore a 20 giorni dalla relativa data di emissione, con versamento presso: gli uffici postali, tramite bollettino postale, o con l’addebito diretto sul proprio conto corrente bancario o postale con SEPA Direct Debit (SDD) o allo sportello bancario degli Istituti finanziari indicati in fattura (quest’ultima senza costi). Per maggiori informazioni si veda l’art. 18 delle CGF.
    In caso di ritardo nel pagamento Audax potrà richiedere, senza la necessità di formale messa in mora, oltre alle eventuali ulteriori spese sostenute anche per i solleciti, gli interessi di mora pari al tasso ufficiale di riferimento (tasso BCE), aumentato di 3,5 punti percentuali (per i clienti che rivestono la qualifica di consumatore) e di 4,5 punti percentuali (per i clienti che non rivestono la qualifica di consumatore), per ogni giorno di ritardato pagamento. Audax inoltre potrà inviare, con un preavviso non inferiore a 40 giorni (ai sensi della Legge 160/2019), una lettera di costituzione in mora al Cliente, tramite comunicazione scritta a mezzo PEC ovvero lettera raccomandata a/r, nella quale sarà dato preavviso di sospensione della fornitura e indicazione del termine ultimo per il pagamento, intimando il pagamento delle fatture non pagate. Per i clienti beneficiari di bonus sociale per disagio fisico e/o economico verranno raddoppiati i termini di cui all’art. 3 del TIMOE e art, 4 del TIMG. In caso di sospensione, la chiusura, l’interruzione, la cessazione e/o il ripristino della fornitura il Cliente sarà tenuto a pagare i corrispettivi indicati dal Distributore e i costi dallo stesso addebitati, oltre ai costi amministrativi di gestione e alle spese sostenute per il recupero del credito pari a 25,00€.
  • MODALITA’ DI INVIO DELLA FATTURA

    A partire dal 1° gennaio 2019, la fattura valida ai fini fiscali sarà emessa in formato elettronico e resa disponibile, mediante il Sistema di Interscambio (SDI) dell’Agenzia delle Entrate, nell’area riservata del Cliente sul sito web dell’Agenzia delle Entrate. Per i clienti business, la bolletta, in formato PDF “di cortesia”, verrà comunque inviata tramite posta elettronica all’indirizzo e-mail di cui il Cliente abbia dato disponibilità al Fornitore in fase di conclusione del Contratto.

  • COME VENGONO FATTURATI I CONSUMI?

    La fatturazione avviene in base ai dati di misura e nel rispetto del seguente ordine: a) dati di misura effettivi messi a disposizione dal Distributore; b) autoletture comunicate dal Cliente, se validate dall’impresa di distribuzione; c) dati di misura stimati. Audax mette a disposizione del Cliente di gas naturale ed energia elettrica il servizio di autolettura: il Cliente, per tutta la durata del mese, potrà comunicare l’autolettura nei seguenti modi: i) telefonando al Servizio Clienti al n. 011/9653739 o al Numero Verde 800595455, ii) inviando una e-mail all’indirizzo info@audaxrenewables.it o un fax al n. 011/0122660, iii) accedendo alla propria Area Clienti My Audax sul sito www.audaxrenewables.it o sull’App My Audax. In mancanza di autolettura o di rilevazione o validazione dell’autolettura da parte del Distributore, Audax addebiterà il consumo stimato, nel rispetto di quanto stabilito dagli artt. 6.2 e 10 del TIF. Qualora Audax proceda alla stima dei consumi, seguirà i seguenti criteri, ordinati per priorità: (i) dati storici di consumo del Cliente che Audax acquisisce durante almeno un anno di somministrazione; (ii) consumo annuo presunto e profilo di prelievo comunicato dal Distributore.

    Con riguardo alla fornitura di gas naturale, qualora il Distributore comunichi al Fornitore l’esito negativo del tentativo di lettura, il Fornitore ne informerà a sua volta il Cliente con comunicazione in fattura e procederà alla fatturazione dei consumi presunti. Il Distributore locale pubblica sul proprio sito web il calendario dei passaggi del personale incaricato di raccogliere le misure del gas naturale ed è tenuta a prendere in carico la misura raccolta dal Cliente e lasciata a disposizione da quest’ultimo anche per il tramite di nota cartacea affissa alla porta della propria abitazione o luogo similare. In caso di tentativo di raccolta della misura non andato a buon fine, il Distributore informa il Cliente, con apposita nota cartacea, della possibilità di effettuare l’autolettura. Il Cliente può richiedere l’invio della fattura tramite posta ordinaria, oppure tramite e-mail all’indirizzo indicato dal Cliente stesso.

    Con riguardo alla fornitura di gas naturale, qualora il Distributore comunichi al Fornitore l’esito negativo del tentativo di lettura, il Fornitore ne informerà a sua volta il Cliente con comunicazione in fattura e procederà alla fatturazione dei consumi presunti. Il Distributore locale pubblica sul proprio sito web il calendario dei passaggi del personale incaricato di raccogliere le misure del gas naturale ed è tenuta a prendere in carico la misura raccolta dal Cliente e lasciata a disposizione da quest’ultimo anche per il tramite di nota cartacea affissa alla porta della propria abitazione o luogo similare. In caso di tentativo di raccolta della misura non andato a buon fine, il Distributore informa il Cliente, con apposita nota cartacea, della possibilità di effettuare l’autolettura. Il Cliente può richiedere l’invio della fattura tramite posta ordinaria, oppure tramite e-mail all’indirizzo indicato dal Cliente stesso.

    Sul sito www.audaxrenewables.it è pubblicata ed è scaricabile dal Cliente la Guida alla lettura della fattura che contiene una descrizione completa delle singole voci che compongono gli importi fatturati per ciascuna offerta del Fornitore, utilizzando un linguaggio semplice, comprensibile e coerente con il cosiddetto “Glossario” approvato dall’ARERA, anch’esso pubblicato sul sito internet sopra indicato.

  • RITARDATO PAGAMENTO E SOSPENSIONE DELLA FORNITURA

    In caso di mancato o ritardato pagamento, anche parziale, delle fatture, Audax, oltre alle eventuali ulteriori spese sostenute, ivi incluse quelle per i solleciti di pagamento delle fatture, addebiterà per i primi 7 (sette) giorni di ritardo, gli interessi legali (l’interesse legale per l’anno 2020 stabilito dal decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 12/12/2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14/12/2019. Sin dall’8° (ottavo) giorno addebiterà, invece, gli interessi di mora pari al tasso ufficiale di riferimento (tasso BCE), aumentato di 3,5 punti percentuali (per i clienti che rivestono la qualifica di consumatore) e di 4,5 punti percentuali (per i clienti che non rivestono la qualifica di consumatore), per ogni giorno di ritardato pagamento. In caso di ritardo nel pagamento rispetto alla data di scadenza indicata in fattura, il Fornitore potrà costituire in mora il Cliente, tramite comunicazione scritta a mezzo PEC ovvero lettera raccomandata a/r con un preavviso non inferiore a 40 (quaranta) giorni (Legge 160/2019 – Legge di Bilancio 2020), inviando una lettera di costituzione in mora al Cliente nella quale (i) provvede ad intimare il pagamento delle fatture non pagate e (ii) indica il termine ultimo di pagamento, in applicazione delle disposizioni del TIMOE applicabili. Per i clienti beneficiari di bonus sociale per disagio fisico e/o economico verranno raddoppiati i termini di cui all’art. 3 del TIMOE. In seguito alla predetta comunicazione di messa in mora, il Cliente dovrà comunicare ad Audax l’eventuale avvenuto pagamento, mediante l’invio della copia della ricevuta del versamento effettuato tramite fax o all’indirizzo e-mail indicato nella comunicazione di sollecito. Diversamente (mancato pagamento), trascorsi ulteriori 3 (tre) giorni lavorativi dalla scadenza del termine ultimo di pagamento indicato nella medesima messa in mora, qualora la morosità superi l’ammontare del deposito cauzionale eventualmente costituito o comunque un ammontare equivalente all’importo medio stimato di un ciclo di fatturazione, Audax, fatti salvi i casi di divieto della sospensione della somministrazione previsti dalla normativa applicabile, potrà richiedere al Distributore la sospensione della fornitura di energia elettrica per uno o più punti di prelievo nella titolarità del medesimo Cliente se disalimentabile, nel rispetto del TIMOE. Nel caso il Cliente sia connesso in bassa tensione (BT) e sussistano le condizioni tecniche del misuratore, prima della sospensione della fornitura di energia elettrica, verrà effettuata una riduzione della potenza ad un livello pari al 15% della potenza disponibile. In caso di perdurante mancato pagamento da parte del Cliente oltre tale scadenza, verrà effettuata la sospensione della fornitura da parte del Distributore locale competente. Qualora la morosità riguardi la fornitura congiunta di energia elettrica e di gas naturale, il Fornitore potrà a sua scelta sospendere uno o entrambi i servizi di fornitura, salvo diversa tutela stabilita dalla delibera ARERA. Una volta sospesa la fornitura, a fronte del perdurante inadempimento del Cliente, Audax ha diritto, in ogni momento, di dichiarare risolto il Contratto e trasmettere al SII la relativa comunicazione di risoluzione. La risoluzione del Contratto ha effetto con decorrenza dal giorno indicato da Audax nella lettera di messa in mora e/o nella successiva lettera di comunicazione di risoluzione. Nel caso in cui non sia possibile provvedere alla sospensione della fornitura di energia elettrica, il Fornitore avrà la facoltà di richiedere l’interruzione della fornitura, ai sensi dell’art. 9 del TIMOE. L’esecuzione dell’intervento di interruzione e/o cessazione della fornitura comporterà, con effetto dalla relativa data, la risoluzione di diritto del Contratto. In ogni caso, il Cliente dovrà consentire all’impresa di distribuzione di accedere ai locali in cui è ubicato l’impianto di misura al fine di poter disalimentare il POD e pagare ad Audax i relativi oneri relativi all’interruzione, sospensione e/o cessazione della fornitura. Ove l’intervento di interruzione della fornitura non sia tecnicamente fattibile, il Fornitore ha diritto di dichiarare risolto il Contratto inviando al SII la relativa comunicazione di risoluzione contrattuale ai sensi dell’art. 10 del TIMOE. La risoluzione del Contratto ha effetto a partire dalla data di decorrenza dell’attivazione della fornitura da parte del Fornitore di ultima Istanza (servizio di maggior tutela/servizio Default/salvaguardia). Qualora Audax Renewables, nei 90 (novanta) giorni successivi alla data dell’ultima richiesta di sospensione della fornitura per morosità, proceda con una nuova comunicazione di costituzione in mora nei confronti del cliente relativa a fatture non contemplate nella precedente comunicazione per cui sia stata sollecitata la richiesta di sospensione della fornitura, i predetti termini potranno essere ridotti come segue: per la consegna al vettore postale, qualora la controparte commerciale non sia in grado di documentare la data di invio della raccomandata, superiori a 2 (due) giorni lavorativi decorrenti dalla data di emissione della comunicazione di costituzione in mora, ferma restando la facoltà per la controparte commerciale di consegna al vettore postale entro un termine non superiore a 3 (tre) giorni lavorativi qualora anche il termine ultimo di 10 (dieci) giorni solari di cui alla precedente lettera a) sia aumentato di un numero di giorni lavorativi pari alla differenza tra il termine di consegna osservato e il termine minimo di 2 (due) giorni lavorativi. In ogni caso il Cliente sarà tenuto a pagare, oltre alle somme dovute e agli interessi moratori al saggio sopra indicato, anche i corrispettivi per la sospensione, la chiusura, l’interruzione, la cessazione e/o il ripristino della fornitura indicati dal Distributore locale competente (e pubblicati sul proprio sito web), e i corrispettivi ALTRI SERVIZI, indicato nella sezione CARATTERISTICHE TECNICHE ECONOMICHE DELL’OFFERTA della presente pagina. Inoltre, in tutti i casi di invio di sollecito di pagamento, di diffida legale, di messa in mora e/o di ciascuna comunicazione di preavviso della sospensione della somministrazione, nonché per ciascuna ulteriore comunicazione prevista in base al TIMOE, comunque, conseguente allo stato di morosità del Cliente, restano a carico del Cliente, oltre alle somme dovute per gli importi fatturati e i relativi interessi, l’onere per la gestione amministrativa della pratica e per le spese sostenute per il recupero del credito pari ad Euro 25,00, al netto di imposte e tasse. Nel caso in cui la sospensione della fornitura o la riduzione di potenza avvenga in assenza dell’invio della costituzione in mora a mezzo raccomandata, Audax corrisponderà al Cliente a titolo di indennizzo un corrispettivo pari ad Euro 30,00, al netto di imposte. Inoltre, Audax corrisponderà al Cliente a titolo di indennizzo un corrispettivo pari ad Euro 20,00, al netto di imposte, nel caso in cui la fornitura sia stata sospesa per morosità, o sia stata comunque effettuata una riduzione di potenza, nonostante il mancato rispetto anche di uno dei seguenti termini: • del termine ultimo per il pagamento indicato nella lettera di messa in mora, che non può essere inferiore a 15 (quindici) giorni solari dall'invio al cliente finale della relativa raccomandata, oppure a 10 (dieci) giorni solari dal ricevimento, da parte dell'esercente la vendita, della ricevuta di avvenuta consegna al cliente finale della comunicazione di costituzione in mora trasmessa tramite posta elettronica certificata, oppure a 20 (venti) giorni solari dalla data di emissione della comunicazione scritta di costituzione in mora qualora Audax Renewables non sia in grado di documentare la data di invio della suddetta comunicazione; • del termine massimo tra la data di emissione della comunicazione di costituzione in mora e la data di consegna della stessa al vettore postale che, qualora Audax Renewables non sia in grado di documentare la data di invio, non può essere superiore a 3 (tre) giorni lavorativi decorrenti dalla data di emissione della comunicazione di costituzione in mora, ferma restando la facoltà per Audax Renewables di consegnare al vettore postale entro un termine non superiore a 5 (cinque) giorni lavorativi qualora anche il termine ultimo di 20 (venti) giorni solari di cui al precedente punto sia aumentato di un numero di giorni lavorativi pari alla differenza tra il termine di consegna osservato e il termine minimo di 3 (tre) giorni lavorativi; • del termine minimo di 3 (tre) giorni lavorativi tra la data di scadenza del termine ultimo di pagamento e la data di richiesta all'impresa distributrice per la richiesta di chiusura del punto di riconsegna per sospensione della fornitura per morosità. Nei casi suddetti, al cliente finale non può essere richiesto il pagamento di alcun ulteriore corrispettivo relativo alla sospensione o riattivazione della fornitura. Audax Renewables dovrà corrisponde al cliente finale, entro 8 (otto) mesi dal verificarsi della sospensione o della riduzione di potenza, l'indennizzo automatico sopraindicato direttamente o in occasione della prima fattura utile, attraverso detrazione dall'importo addebitato nella medesima fattura.

  • ASSICURAZIONE PER I CLIENTI FINALI PER LA FORNITURA DI GAS

    I Clienti finali civili gas che utilizzano il gas naturale o un altro gas diverso dal gas naturale fornito a mezzo di un impianto di distribuzione o di una rete di trasporto per alimentare un impianto di utenza sono tutelati da un contratto di assicurazione stipulato dal Comitato Italiano Gas (CIG) contro gli infortuni (anche subiti dai familiari conviventi e dai dipendenti), gli incendi e la responsabilità civile, derivanti dall’uso del gas fornito tramite un impianto di distribuzione, a valle del punto di consegna. Sono esclusi da tale copertura: a) i clienti finali di gas metano diversi dai clienti domestici o condominiali domestici (punti di servizio pubblico e altri usi) dotati di un misuratore di classe superiore a G25; b) i consumatori di gas metano per autotrazione. Per ulteriori dettagli circa la copertura assicurativa e la modulistica da utilizzare per la denuncia di un eventuale sinistro da inoltrare direttamente al Comitato Italiano Gas (CIG), si può contattare direttamente lo Sportello per il consumatore di energia al numero verde 800.166.654 o con le altre modalità indicate sul sito internet www.arera.it. In ogni caso, sul proprio sito (www.audaxrenewables.it/comunicazioni_asssicuracione_clienti_final.php) Audax mette a disposizione una nota informativa dedicata alla copertura assicurativa.

  • STANDARD DI QUALITÀ e INDENNIZZI

    Audax garantisce degli standard di qualità commerciale della vendita conformi ai livelli stabiliti dall’Allegato A alla deliberazione ARERA n. 413/2016/R/come del 21 luglio 2016 e s.m.i. (TIQV) a tutela del consumatore. Relativamente all'assistenza al consumatore, nella tabella di seguito sono riportati gli standard specifici stabiliti dall’ARERA e i livelli effettivi raggiunti da Audax negli anni 2019 e 2020.

    Nel caso in cui non vengano rispettati i livelli specifici di qualità, Audax è tenuta al versamento di un indennizzo automatico variabile: (i) qualora la prestazione venga eseguita oltre lo standard previsto, ma entro un tempo doppio rispetto allo standard, l’indennizzo è pari a 25,00 € (indennizzo automatico base); (ii) qualora la prestazione venga eseguita oltre un tempo doppio dello standard previsto ma entro un tempo triplo dello standard, l’indennizzo è pari a 50,00 €; (iii) qualora la prestazione venga eseguita oltre un tempo triplo dello standard previsto, l’indennizzo è pari a 75,00 Euro. Sia per la fornitura di energia elettrica sia per la fornitura di gas, in caso di violazione di standard specifici di qualità di competenza del Distributore, Audax è tenuta ad accreditare al Cliente finale che gli ha chiesto la prestazione e per la quale il Distributore non ha rispettato il livello specifico, l’indennizzo automatico ricevuto dal Distributore. Per i reclami relativi al servizio di distribuzione e misura della fornitura di elettricità e al servizio di distribuzione della fornitura di gas, Audax richiede al Distributore i dati tecnici necessari ad inviare la risposta al Cliente. Per detti servizi il Cliente può inviare il reclamo direttamente al Distributore, che è tenuto a rispondere al Cliente non oltre 20 (venti) giorni lavorativi.

  • INFORMAZIONI SUGLI EFFETTI DEL PASSAGGIO AL MERCATO LIBERO

    Il Cliente che attualmente usufruisce del servizio di maggior tutela/servizio di tutela gas, aderendo all’offerta sceglierà di passare sul mercato libero che consente ai consumatori di cambiare fornitore gratuitamente, scegliendo la tariffa che meglio si adatta alle loro esigenze, a differenza del Servizio di Tutela o di Maggior Tutela i cui prezzi sono stabiliti dall’ARERA, In ogni caso, il Cliente potrà decidere di tornare al servizio di maggior tutela/servizio di tutela gas; in particolare per la fornitura di gas, potrà richiedere le condizioni di tutela regolate dall’ARERA, contattando Audax ai seguenti recapiti:
    • via e-mail, ad uno dei seguenti indirizzi: info@audaxrenewables.it o reclami@audaxrenewables.it;
    • via telefono, al numero del Servizio Clienti 011/9653739 o al Numero Verde 800.595.455.

    Inoltre, tra le proprie offerte commerciali è compresa la fornitura alle condizioni economiche definite ai sensi del TIVG e alle condizioni contrattuali di cui alla deliberazione n. 229/01, che i Clienti possono comunque scegliere.

  • COME PRESENTARE UN RECLAMO

    Il Cliente potrà sempre presentare un reclamo nei confronti del Fornitore, anche tramite il modulo già predisposto e disponibile sul sito www.audaxrenewables.it/docs/modulistica/. Il reclamo può essere inviato:
    • via posta ordinaria o raccomandata, indirizzata ad AUDAX RENEWABLES S.r.l., via Candiolo n. 2/4 - 10048 Vinovo (TO);
    • tramite fax, al numero 011/0122660;
    • via e-mail, ad uno dei seguenti indirizzi: info@audaxrenewables.it o reclami@audaxrenewables.it;
    • via telefono, al numero del Servizio Clienti 011/9653739 o al Numero Verde 800.595.455. Audax fornisce di regola riscontro ai reclami entro il termine di 30 (trenta) giorni dalla data del relativo ricevimento.

  • MECCANISMO EXTRAGIUDIZIARE DI RECLAMO

    Nel caso di mancata risposta decorsi 40 (quaranta) giorni dall’invio del reclamo o di risposta insoddisfacente, il Cliente può richiedere l’attivazione gratuita di una procedura di conciliazione extragiudiziale, ai fini dell’esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione di cui all’Allegato A alla deliberazione dall'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) n. 209/2016/E/com, ai sensi dell’art. 2, comma 24, lett. b), della L. n. 481/95 e dell’art. 141, comma 6, lett. c) del D.lgs. 206/2005 (il “Codice del Consumo”). Il tentativo di conciliazione è condizione di procedibilità di una eventuale domanda giudiziale e potrà essere esperito presso il Servizio Conciliazione di ARERA: il Cliente può presentare la domanda di conciliazione (i) on-line sul sito https://www.arera.it/it/consumatori/conciliazione.htm, direttamente o mediante un delegato, anche appartenente alle associazioni dei consumatori o di categoria, o (ii) in modalità off-line solo direttamente, mediante posta, fax o eventuali ulteriori canali indicati sul predetto sito web, ferma restando la gestione on-line della procedura. La domanda di conciliazione non può essere presentata oltre un anno dalla data di invio del reclamo. Il Cliente potrà in tal modo tutelare efficacemente i propri diritti, senza sopportare costi onerosi o lunghi procedimenti giudiziari.

  • DIRITTI DEI CONSUMATORI E PROTOCOLLO DI AUTOREGOLAZIONE VOLONTARIA

    Il Fornitore riconosce al Cliente i diritti fondamentali indicati ai sensi del Codice del Consumo, quali, tra gli altri, il diritto all’adeguata informazione, all’esercizio delle pratiche commerciali secondo principi di buona fede, correttezza e lealtà, nonché alla correttezza, trasparenza ed equità nei rapporti contrattuali. A tutela dei consumatori, Audax ha adottato un Protocollo di autoregolazione volontaria in materia di conferma della volontà negoziale del Cliente e attivazioni non richieste, consultabile al sito https://www.audaxrenewables.it/prescrizione_energia_elettrica_gas.php. In particolare, nel caso in cui il passaggio ad un nuovo fornitore di energia elettrica e/o gas avvenga senza rispettare le regole preventive per la conferma del Contratto, dopo il reclamo il Cliente potrà aderire in modo volontario alla procedura di ripristino veloce per tornare al precedente fornitore. Questa possibilità affianca le procedure previste dal Codice del Consumo in materia di accertamento di una fornitura non richiesta. Il Cliente può ottenere tutela inviando un reclamo scritto nelle modalità descritte scritto, tramite posta, fax, e-mail o PEC, ai seguenti recapiti: AUDAX RENEWABLES SRL, via Candiolo n. 2/4 - 10048 Vinovo (TO), fax: 011/0122660, e-mail reclami@audaxrenewables.it PEC: reclami@pec.audaxenergia.it Per maggiori informazioni, vedasi https://www.audaxrenewables.it/reclami_contestazione.php.

  • VUOI ULTERIORI INFORMAZIONI SULL’OFFERTA?

    Per qualsiasi informazione sull’offerta, puoi contattarci ai seguenti recapiti:
    PER INFORMAZIONI SULL’OFFERTA
    Via Candiolo n. 2/4 - 10048 Vinovo (TO)
    Numero verde: 800 595 455 (*)
    (*) Orario: dalle 08.00 alle 20.00 dal lunedì al venerdì (escluse festività nazionali)
    Tel.: 011/9653739 (**)
    (**) Orario: dalle 08.00 alle 20.00 dal lunedì al venerdì (escluse festività nazionali)
    *Il costo della chiamata varia a seconda dell’operatore telefonico
    Fax: 011/0122660
    E-mail: commerciale@audaxrenewables.it

RICHIEDI INFORMAZIONI E RIFERIMENTI DI CONTATTO

CONTATTACI

LIVE CHAT

VOGLIO ESSERE CONTATTATO

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELL’OFFERTA (IVA e imposte escluse)
Tipo di offerta: prezzo fisso e invariabile cliente altri usi
PREZZO DELLA SPESA PER LA MATERIA GAS NATURALE:
Prezzo della componente materia gas naturale: Prezzo all’ingrosso (PSV) + uno Spread pari a 0,0150 €/Smc, ed incide per il 73% sulla spesa annua di un cliente non domestico tipo che consuma 5.000 SMC.

Il valore medio del prezzo all'ingrosso (PSV) degli ultimi 12 mesi è 0,7026€/Smc e il valore massimo raggiunto negli ultimi 12 mesi è pari a 1,355€/Smc. Tale valore è stato raggiunto a marzo 2022.

Costi di Commercializzazione:
0,0524€/Smc + 0,7332€/PDR/giorno (267,60€/PDR/anno) ed incide per il 9% sulla spesa annua di un cliente non domestico tipo che consuma 5.000 SMC
SPESE PER IL TRASPORTO E LA GESTIONE DEL CONTATORE: incidono per il 16% sulla

spesa annua : di un cliente non domestico tipo che consuma 5.000 SMC.
SPESE PER ONERI DI SISTEMA: incidono per il 7% sulla spesa annua di un cliente non domestico tipo che consuma 5.000 SMC.
ALTRE PARTITE per ogni richiesta inoltrata al Distributore, oltre ai costi pubblicati sito del Distributore, il Cliente sarà tenuto al pagamento di un corrispettivo forfettario variabile in funzione della richiesta (vedi art. 15 CGF).
Modalità di pagamento:addebito diretto su CC / Bollettino postale
Invio bolletta: E-mail (ed in ogni caso anche tramite fattura elettronica via Sistema di Interscambio - SDI)